Lavasciuga slim e non – Le opinioni su questo elettrodomestico

Lavasciuga slim e non solo

Una lavasciuga che sia slim, classica o che carica dall’alto è sempre un valido strumento, per mille motivi: prima di tutto il risparmio di tempo.

permette di risparmiare una grossa mole di tempo e di spazio, soprattutto se non si dispone di una zona lavanderia.
Si tratta di un elettrodomestico che combina le funzionalità di una normale lavatrice a quelle di un’ asciugatrice. Possono essere utilizzate entrambe le modalità sia in contemporanea, ovvero effettuando il lavaggio e l’asciugatura dei capi, e sia in modo indipendente.

Perchè acquistare una lavasciuga?

Un’unità lavasciuga può far fronte alle esigenze di chi non dispone di abbastanza spazio per stendere il bucato, come per esempio chi vive in appartamento, o di chi ha l’esigenza di lavare frequentemente la biancheria. Chi vive in città, infatti, spesso è costretto a stendere i propri capi all’aria aperta, cosa che non risulta nè comoda e nè igienica.
Inoltre, questo tipo di macchine offrono una serie di programmi pre-impostati, che preparano la propria biancheria alla stiratura, senza effettuare il minimo sforzo. Sono adatte a qualsiasi tipo di tessuto e, in alcuni casi, i capi non necessitano nemmeno di essere stirati.

I principali vantaggi di un’unità lavasciuga

I principali vantaggi di una macchina lavasciuga si possono osservare in diversi campi, fra i quali:

– Economia dello spazio disponibile: questo è probabilmente il vantaggio più marcato di questi elettrodomestici. In commercio, infatti, esistono soluzioni combo che richiedono l’acquisto separato di una lavatrice e un’asciugatrice. Con un lavasciuga, invece, si possono ottenere gli stessi risultati con il minimo ingombro possibile. Le più comuni lavasciuga, infatti, hanno le dimensioni di una tradizionale lavastoviglie e possono essere installate facilmente sotto il bancone della propria cucina.

– Portatilità: è possibile acquistare separatamente delle ruote da abbinare alla macchina, in modo da poterla tirare fuori solo quando si ha la necessità di fare il bucato, per poi riporla, ad esempio, in cantina quando non serve.

– Efficienza: le unità lavasciuga, in generale, consumano meno acqua di una soluzione a due unità e offrono la stessa efficienza energetica di una comune lavatrice, al contrario delle soluzioni separate che richiedono un doppio apporto energetico.

– Facilità d’uso: con le unità separate si dovrà effettuare continuamente il cambio del bucato (dalla lavatrice all’essicatore). Con un’unità lavasciuga, invece, si dovrà effettuare il lavoro di carico del bucato una sola volta. Impostando il timer integrato, inoltre, si ha la possibilità di gestire al meglio il tempo a propria disposizione, impostando la durata del ciclo lavaggio-asciugatura.

Lavasciuga: come scegliere il miglior modello

La scelta di una lavasciuga che meglio si addice alle proprie esigenze richiede una particolare attenzione ad alcuni particolari, come le caratteristiche tecniche del prodotto e le sue funzionalità. Di seguito, quindi, sono indicati gli aspetti da prendere in considerazione:

– Programmi di lavaggio: Tutte le lavasciuga offrono una suite di programmi di lavaggio standard, che includono le impostazioni per il cotone, materiali artificiali e tessuti delicati in un intervallo di temperature diverse.
La maggior parte dei modelli, però, hanno funzioni aggiuntive, come il pre-lavaggio, la rotazione e il risciacquo aggiuntivo. Vanno ricercate anche alcune funzioni speciali, come il ciclo che simula il lavaggio a mano, per il lavaggio di tende, abbigliamento sportivo e anche scarpe da ginnastica.

– Dimensioni del tamburo – Capacità: Le lavasciuga disponibili in commercio hanno tutte dimensioni simili tra di loro, ma la loro capacità di lavaggio può variare tra 4,5Kg a 7Kg di bucato e possono asciugarne fino a 5Kg.
Una capacità maggiore, solitamente, non significa maggiore qualità. Se non si riempie pienamente in tamburo, infatti, le lavasciuga con capacità molto elevate possono dimostrarsi meno efficienti. Al contrario, invece, se si ha l’esigenza di lavare frequentemente a pieno carico, una macchina più grande permette di risparmiare considerevolmente in termini di energia, acqua e tempo.

– Filtro: Tutte le lavasciuga hanno un filtro che catturano la lanuggine, o altri detriti, quando si effettua la fase di essiccamento. Questi hanno bisogno di essere puliti periodicamente, per cui bisogna valutare a priori la loro facilità di estrazione e di pulizia.

– Efficienza energetica: La classificazione delle lavasciuga in termini di efficienza energetica varia tra G ed A+, dove il segno + indica la maggiore efficienza. In fase di acquisto, quindi, bisogna controllare in primis il bollino che certifica l’efficienza della macchina, per poi valutare, se possibile, altri feedback esterni.

Lavasciuga LG: la miglior soluzione del mercato

In considerazione alle caratteristiche sopra elencate, LG propone la miglior lavatrice asciugatrice del mercato, un sistema completo ed efficiente che può sostituire tutti gli altri apparecchi standalone.
Il modello di riferimento è l’LG WM3997HWA, che oltre ad offrire una lista completa di diversi cicli di lavaggio, offre numerose caratteristiche peculiari, come la più alta capacità del tamburo, silenziosità e dimensioni davvero compatte.
Questa macchina offre il massimo controllo sotto ogni aspetto, consentendo di impostare la quantità d’acqua e di energia da utilizzare. Se i capi da lavare non sono particolarmente sporchi, ad esempio, si può ottenere un considerevole risparmio impostando il profilo a basso consumo energetico. Sul sito www.lg.com/it/lavasciuga