Scegliere la strategia SEO

Determinare a priori le strategie per una buona campagna SEO

Pianificare la strategia SEO da adottare per un progetto web è la soluzione migliore, le attività SEO non si decidono alla giornata. Ma andiamo con ordine…

SEO cos’è?

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization e, se parliamo della persona che se ne occupa, allora è più corretto dire Search Engine Optimizer.

Teoricamente le attività SEO traducendo letteralmente dovrebbero comprendere tutte le attività on-site, ovvero le attività di ottimizzazione del sito affinché si presti ad una buona ottimizzazione, dall’analisi del codice se contiene problematiche che ne compromettano anche solo in parte l’indicizzazione o tecniche che vadano contro le direttive dei motori di ricerca, all’analisi dei testi e relativa ottimizzazione, ecc. Nella realtà le attività SEO si estendono alle attività off-site che riguardano la link building, ovvero i link che partono da altri siti verso il sito in questione.

Strategie SEO e SEM

SEM è un altro acronimo che sta per Search Engine Marketing, perciò tutte le attività di promozione pubblicitaria da poter fare sui motori di ricerca. Per questo motivo la SEO dovrebbe essere parte della SEM ma la maggior parte degli addetti al settore con SEM intendono gli annunci a pagamento del motore di ricerca. Per esempio su Google gli annunci (AdWords) contraddistinti dalla sigla “ann” che compaiono in alto prima dei risultati organici ed a volte anche sotto i risultati organici.

Molti reputano gli annunci a pagamento una alternativa alla SEO da utilizzarsi fin che non vengano raggiunti buoni obiettivi di posizionamento e, una volta raggiunti, gli annunci a pagamento debbano venir interrotti. Nulla di più sbagliato, infatti le due attività SEO e SEM promozionali dovrebbero essere svolte contemporaneamente.

Uno dei principali motivi è che l’utente che vede molto spesso la presenza del sito sugli annunci a pagamento e nei risultati organici impara a conoscerne il nome e ad acquisire una certa fiducia rispetto ad un sito che vede di rado.

Un altro motivo importante è che il continuo aumento di ricerche effettuate dagli smartphone danno molta più visibilità agli annunci a pagamento, infatti questi sono subito visibili perché si trovano in alto mentre per raggiungere i risultati organici bisogna fare scroll col dito.

SEO google

Google è il motore di ricerca più importante, talmente importante che molti SEO si sono specializzati nelle attività di posizionamento su questo motore di ricerca visto che gli altri motori portano poco traffico. C’è da dire anche un’altra cosa importante: nella quasi totalità dei casi delle buone attività SEO rivolte al posizionamento su Google producono un buon posizionamento anche sugli altri motori di ricerca.

Strategie seo per l’e-commerce

In molti si ostinano a ragionare a compartimenti stagni definendo delle strategie specifiche per l’e-commerce. In realtà le stesse strategie SEO se sono buone producono ottimi risultati sia per un sito di contenuti che per un e-commerce.

In qualche caso particolare sono necessarie delle strategie particolari ma è una cosa legata più al settore che all’e-commerce in se.

Una pagina di categoria che sia di un blog o che sia la pagina di categoria di un e-commerce andrà ottimizzata in maniera uguale, sistemando a dovere il meta tag title, il titolo H1, gli altri tag H, il testo, l’anteprima prodotto/articolo, ecc.

Stessa cosa per la pagina prodotto. Se si riesce ad inquadrarla come una pagina di un articolo di blog contenente titoli, immagini, testo e qualche elemento in più (es. carrello), si capirà che la strategia che funziona bene con l’e-commerce funziona bene anche con un blog e viceversa.