Come funziona la SEO

la SEO
Seo Optimization for website with mobile website and Landing page virtual diagram.Double exposure of businessman hand working with new modern computer and business strategy as concept

Cosa vuol dire SEO?

Acronimo di Search Engine Optimization (ottimizzazione per i motori di ricerca), la SEO è una parte fondamentale del web marketing che mira, attraverso una serie di strategie, alla visibilità di un sito web tra i risultati del motore di ricerca.

Qual è l’obiettivo della SEO?

A seguito di una ricerca effettuata da un utente X, i risultati ottenuti saranno numerosissimi e organizzati secondo un preciso algoritmo che li distribuirà in base alla loro pertinenza. Vengono infatti elencati nella cosiddetta SERP (Search Engine Result Page) secondo un ordine, a partire da quello più pertinente allo scopo e ai criteri di ricerca ricerca dell’utente. Il motore di ricerca crea degli indici personalizzati: più l’indicizzazione è ottimale, più il posizionamento è alto. Ciò vale a dire che gli argomenti che risulteranno più in linea con le regole dell’algoritmo e dunque più rilevanti, occuperanno posizioni più alte nella lista dei risultati. Ed è questo l’obiettivo della formazione SEO: primeggiare tra i risultati dei motori di ricerca, attirando più utenti possibile e soddisfacendone bisogni ed esigenze, il tutto senza necessità di costi di pubblicità.

Come funziona la SEO?

Le strategie adottate dalla SEO per ottimizzare il posizionamento di un sito possono essere divise in tre categorie.

La On-site, che riguarda l’ottimizzazione di quegli aspetti generali, validi per tutte le pagine, indipendentemente dalla tipologia di contenuto. Per aspetti generali si intendono, ad esempio, la sicurezza, la velocità del sito, l’adattabilità della pagina da dispositivo mobile o un layout più pratico e intuitivo per lo user. Pensiamo a quanto possa essere importante oggi in un momento storico in cui l’uso dello smartphone è in massimo aumento

La On-page, legata alla singola pagina e che mira ad ottimizzarne i contenuti relativi ad una o più keywords (“parole chiave”) digitate. Si dovrà, pertanto, cercare di conoscere e utilizzare le parole che maggiormente si legano al concept del sito in questione e utilizzarle in punti strategici del corpo della pagina, nel titolo ad esempio. Importante è quindi il SEO Copywriting: vengono individuate le parole chiave e le parole a esse collegate, fornite da tool gratuiti o a pagamento, che dovranno inoltre essere chiare anche per le eventuali ricerche vocali effettuate da mobile, per esempio. Il testo deve però contenere valore, rispondere a una reale esigenza degli utenti, e non deve identificarsi ad altri testi esistenti ( Google stesso bloccherebbe l’eventuale copia conforme del testo). Contenuti di valore sono considerati, ad esempio, le interviste.

La Off-page, al contrario, si riferisce alle attività esterne al sito web e che spesso sono relazionate a esso per similitudine di argomenti trattati, è il caso di blog o social. Lo scopo è quello di raggiungere più authority, quindi popolarità, sul web grazie a un maggior numero di visite. Si parla dunque di SEO Optimization, per l’appunto ottimizzazione, che avviene prima di tutto inserendo i link verso il proprio sito su pagine web pertinenti che possiedono giù un buon posizionamento.

La figura che si occupa della messa in atto di tutte queste strategie è il SEO Specialist, aggiornato su algoritmi e formule alla base dei motori di ricerca. Grazie alla sua formazione in ambito SEO, è Una figura estremamente richiesta negli ultimi anni da attività e aziende, sempre più attente al raggiungimento di utenti worldwide. Ha un ruolo fondamentale nella pianificazione editoriale del sito e nello studio dei vari competitors o le tendenze del momento. Un ottimo strumento, gratuito per altro, è Google Trends, che permette non solo di intercettare i trend più recenti ma anche il modo in cui vengono ricercati gli argomenti e come sono geolocalizzati.