Scegliere l’antivirus migliore per il proprio PC

scegliere l'antivirus

Al giorno di oggi, tutti siamo più o meno vincolati all’uso di un PC. Questo fa sì che tutti noi abbiamo acquisito una certa praticità con le più comuni operazioni necessarie al corretto utilizzo del computer. Tuttavia, un bel giorno, compare una scritta interessante sullo schermo di fronte ai nostri occhi. Si legge: licenza dell’antivirus scaduta. Capiamo da soli che è arrivato il momento di cambiare l’antivirus perché il nostro non è più in funzione, ma non sappiamo come fare. Non abbiamo mai avuto l’occasione di scegliere l’antivirus e, a pensarci bene, quelli disponibili sul mercato ci sembrano tutti uguali. Abbiamo quindi bisogno di qualche dritta da seguire per fare una scelta ottimale. Per fortuna, siamo arrivati nel posto giusto. In questo articolo, infatti, potremo trovare tutti i più utili consigli per scegliere l’antivirus perfetto. Andiamo a scoprirli!

Cosa considerare per scegliere l’antivirus migliore

Ci sono alcuni fattori che possono influenzare la nostra scelta di antivirus. La prima di queste cose è la struttura dell’antivirus. Sul mercato ci sono almeno 4 tipologie di antivirus e alcune sono migliori di altre. Dunque, conoscere le diverse tipologie ci permetterà di capire quale prodotto fa per noi.

La prima tipologia di antivirus è al più diffusa ed è quella dell’antivirus a firme. Significa che questo antivirus è in grado di riconoscere il virus solo se lo conosce già. Un po’ come noi: possiamo dire di riconoscere una persona dalla sua firma solo se la conosciamo già; altrimenti siamo di fronte ad un estraneo di cui sappiamo il nome ma nient’altro. La seconda classe di antivirus è composta da quelli che funzionano con regole euristiche. Questi sono in grado di confrontare un potenziale virus con un elenco di codici di virus malevoli da loro posseduto. Se il virus è simile a qualcuno di questo elenco, lo bloccano. La penultima categoria di antivirus riesce invece a riconoscere un virus in base al suo comportamento. Infine, la quarta classe sfrutta le conoscenze precedenti abbinate all’apprendimento automatico. Quindi, questi antivirus migliorano nel tempo e apprendono facilmente quali sono i programmi su cui non spingersi o i siti entro i quali non far navigare l’utente.

Tra queste classi, quella migliore è sicuramente la quarta, anche se pure la terza è efficace. Tuttavia, c’è un’altra cosa da considerare per scegliere l’antivirus. La troviamo nel prossimo sottotitolo.

Il prezzo dell’antivirus: pagare o installare gratis?

Mentre si cerca di scegliere l’antivirus migliore tra quelli che abbiamo elencato sopra, non è possibile non fare caso al loro prezzo. Ci sono antivirus di fasce varie: alcuni costano solo una trentina di euro, altri invece arrivano a costare settanta o ottanta euro all’anno, altri ancora sono gratis. La differenza di prezzo può facilmente confonderci: possiamo fidarci di un antivirus gratuito? Una spesa maggiore fa riferimento ad un prodotto di qualità maggiore? Le risposte sono entrambe dei convinti “sì”.

Chiaramente, se gli antivirus gratuiti sono così diffusi è perché ci si può pienamente fidare di loro. Sono infatti ottimi strumenti con i quali proteggere il proprio PC. Tuttavia, non sono adatti a coloro che hanno molti dati sensibili. Al contrario, per chi usa Internet per qualche ricerca, un paio di giochi, i social e le mail, essi vanno più che bene.
Comunque, se abbiamo il vizio di usare la rete per lavoro, per transazioni economiche, per controllare l’andamento delle azioni e per fare operazioni finanziarie, è meglio che scegliamo un antivirus a pagamento. Offre, infatti, una maggior sicurezza e protegge i nostri risparmi.

Con questi elementi dovremmo essere in grado di scegliere l’antivirus che fa per noi. Tuttavia, se possediamo un computer Mac, dovremmo fare attenzione a cosa facciamo e installare solo antivirus per Mac.