Twitter Audio Spaces, le chat vocali arrivano pure per Android

Twitter Audio Spaces, le chat vocali arrivano pure per Android
Twitter Audio Spaces, le chat vocali arrivano pure per Android

Per la Twitter, che è la società americana dell’omonima piattaforma di microblogging, quello attuale è davvero un periodo di grandi cambiamenti e di grosse novità anche per stare al passo con le app social emergenti e concorrenti. In ordine di tempo, l’ultimissima novità sul social network Twitter riguarda in particolare Audio Spaces, la nuova funzione di chat vocale che, prima in fase di test per iOS, e quindi per i device della Apple, ora è sbarcata pure per i dispositivi con il sistema operativo Android di Google.

Twitter Audio Spaces per il sistema operativo Android, una mossa per giocare d’anticipo su Clubhouse

Si tratta, da parte di Twitter, di una mossa che sembra essere finalizzata a giocare d’anticipo sull’app Clubhouse che è attualmente disponibile solo per il sistema operativo iOS. Clubhouse è infatti un social network che funziona proprio con il sistema delle chat audio, e che negli ultimi mesi ha riscosso un grande successo attraverso una crescita a dir poco esplosiva del numero di utenti. Al momento, come su iOS, pure con il sistema operativo Android Twitter Audio Spaces è accessibile su invito, ma a differenza di Clubhouse gli utenti che hanno l’account attivo sull’app di microblogging non possono al momento creare una stanza personale per le chat vocali live.

Le chat audio sono la nuova frontiera per il mondo dei social network?

Nell’ottica di creare delle nuove opportunità e delle nuove occasioni di intrattenimento e di discussione attraverso l’uso dei social network, da Twitter a Clubhouse quella delle chat audio sembra essere in tutto e per tutto una nuova frontiera. E questo anche perché sembrano essere pronti a spingersi in questa direzione pure i social network della galassia di Mark Zuckerberg, a partire da Instagram e fino ad arrivare a Facebook.

Stando a quanto è stato twittato su @TwitterSpaces, che è l’account ufficiale della nuova funzione, Audio Spaces è partita lo scorso 2 marzo del 2021 in versione beta per il sistema operativo Android dopo il lancio per iOS nello scorso mese di dicembre del 2020. Con la fine della fase di test, e con il conseguente lancio di Audio Spaces a livello globale, inoltre, Twitter ha pure promesso che le chat vocali saranno inserite tra le funzioni di monetizzazione dei contenuti.

Come funziona Twitter Audio Spaces nelle stanze virtuali divise per argomento

Con Audio Spaces l’utente del social Twitter ha la possibilità di scegliere e di accedere ad un insieme di stanze virtuali che sono divise per argomento. In ogni chat room è così possibile interagire con altri utenti che nutrono gli stessi interessi. Ed il tutto non con i classici cinguettii, ma facendo proprio uso dell’audio. La fase beta della funzione sta permettendo a Twitter non solo di verificare che tutto funzioni al meglio, ma anche di acquisire dei feedback utili da parte degli utenti che accedono alle stanze.

In accordo con quanto è stato riportato da Twitter attraverso il proprio help center online, al momento la conversazione audio con Spaces in versione beta è limitata ad un numero massimo di 10 persone. Così come le stanze, per ora, sono solo pubbliche mentre non c’è limite sul numero di ascoltatori. Gli Spaces, inoltre, restano attivi fino a quando questi sono aperti, e quindi non saranno più disponibili pubblicamente sulla piattaforma Twitter dopo che sono terminati. Ed in ogni caso solo chi ha creato lo spazio pubblico ha la capacità non solo di terminarlo, ma anche di rimuovere, di segnalare e di bloccare altri utenti.

Pur tuttavia, Twitter conserverà tutte le copie di Spaces, dopo che queste sono terminate, per un periodo che è pari a 30 giorni, e che è estendibile eventualmente anche a 90 giorni, al fine di verifiche sulle regole di Twitter, e quindi anche per riscontrare eventuali violazioni in presenza di ricorsi o di contestazioni da parte degli utenti.